QUI, QUO, QUA hanno detto NO.

Da Il Manifesto

Di Galapagos

Avete presente Qui, Quo e Qua? Anche nel mondo della finanza ci sono tre
fratellini, che, come i nipotini di Paperino, parlano uno appresso
all’altro. Si chiamano Standar&Poor’s, Moody’s e Ficht: sono le tre
multinazionali che danno i voti, il rating come dicono i bene informati,
sulla solvibilità di chi si indebita emettendo obbligazioni. Il compito
che si sono auto-attribuito le tre società è di valutare la solvibilità
di stati e imprese. Se danno brutti voti sono dolori: gli interessi da
pagare sulle obbligazioni rischiano di crescere un maniera esponenziale.
Per l’Italia ogni punto in più di interessi sul debito pubblico costa
circa 13 miliardi di euro. Una manovra. Un lavoro importante, quello
delle agenzie di rating. Anche se spesso non mancano i clamorosi
scivoloni. Come nel caso della Enron, ad esempio. Ora, sotto il mirino
delle agenzie di rating è finita l’Italia. Perché? Certo, i conti
pubblici italiani non fanno faville, ma cosa è cambiato rispetto a due
mesi fa? Assolutamente nulla. Salvo una cosa: il governo. La cosa
bizzarra è che le società di rating hanno in mano, per i loro giudizi,
solo le informazioni che danno i governi. Risultato: si sono molto
allarmate quando Prodi ha rivelato che i conti pubblici italiani,
eredità di Berlusconi, sono come la gruviera, pieni di buchi.Ma non si
sapeva? Sono mesi che Ue, Fmi, Ocse lo dicevano. Ma Qui, Quo e Qua
stavano zitti. Ora che Padoa Schioppa ha deciso di cercare di fare luce
sullo stato dei conti i tre paperini si scatenano e gridano in coro: "Vi
teniamo sotto osservazione". Come dire: se attestate che il buco è
grande e non provvedete, noi vi abbassiamo il rating. E così, il governo
Prodi appena insediato si trova in un cul de sac: se denuncia lo sfascio
di Berlusconi poi dovrà varare una manovra aggiuntiva da parecchi
miliardi; o pagare pegno con maggiori interessi sul debito pubblico. Un
consiglio a Prodi: faccia come Tremonti: per 5 anni ha negato l’evidenza
per fare la sua politica economica. Con una avvertenza: cambi la
politica economica senza dare ascolto alle sirene confindustriali.

Annunci