Salve!

SeparéPotrebbe capitarvi di inciampare sulle mie parole; non è ancora tutto in… ordine, vi prego di scusarmi!!
Cercherò di fare in fretta, i traslochi son sempre un po’ complicati. RedPrimrose

Annunci

Cinque mie strane abitudini

Il
primo giocatore inizia il suo post con il titolo 5 MIE STRANE
ABITUDINI, e le persone che vengono invitate a scrivere un post sul
loro blog, a proposito delle loro strane abitudini, devono anche
indicare chiaramente questo regolamento. Alla fine, dovrete scegliere 5
nuove persone da indicare. Non dimenticate di lasciare un commento sul
loro blog o journal, che dice, SEI STATO SCELTO (si accettano commenti), e dite loro di leggere il vostro.
Riassumendo, per partecipare al gioco, dovete  prima riportate il regolamento, poi indicare le vostre 5 stranezze, e infine nominare le 5 persone.

1) Dormo sempre con la radio accesa

2) Sul divano le mie gambe stanno sempre poggiate alla spalliera e il resto del corpo sul davanti del divano

3) Amo mordere le orecchie del mio cane

4) Stando al telefono devo sempre scarabocchiare qualcosa

5) Da quando non fumo Johnny Stecchino mi fa un baffo.

bangkok.blog.kataweb.it

iltafano.blog.kataweb.it

catcherintherye.blog.kataweb.it

monnalily.blog.kataweb.it

primodegliignoranti.blog.kataweb.it

L’altra meta’… non del cielo

Come il pittore davanti la tela o il foglio, come lo scrittore e la prima pagina bianca del suo racconto, son qui a pensare come iniziare, ma comunque inizierò…
Potrei cominciare a parlare di questa prima, piovosa giornata di lavoro dopo le feste, ma non sarebbe interessante; dovrei infatti cominciare dal risveglio corredato dal ricordo di un incubo che mi ha "perplimesso"? (voce del verbo "perplimersi"), posso dirlo per indicare che la mia persona ne è rimasta perplessa? Nel sogno il mio cane, o meglio la mia cagnolotta, che si aggirava, malconcia, tra agnelli e caprette che non riusciva a guidare, non mi riconosceva  e non rispondeva quindi al mio richiamo… !
Questa giornata, comunque, non potrebbe mai esser peggiore di quel martedì, non molto lontano, in cui, dopo una notte di notizie, vere e false, che si rincorrevano abbiamo scoperto che metà degli italiani aveva scelto, ANCORA UNA VOLTA, l’altra fazione, o parte politica, o polo, o… pensiero politico.
Il pensiero politico, ma esiste ancora il pensiero politico? Quella cosa che è caratterizzata da riflessioni, regole, ideali che riguardano anche gli altri, non solo se stessi… forse è meglio fermarsi.
I pensieri si incartano tra i circuiti cerebrali che non riescono a sgranellare parole connesse… A presto
RedPrimrose